A Bergamo un ordine del giorno della Lega in favore delle giovani coppie sposate e per incentivare nuove nascite

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

.

Abbiamo ricevuto, e volentieri pubblichiamo, un comunicato dal dott. Filippo Bianchi, consigliere della Lega in Consiglio comunale a Bergamo. Analoghi ordini del giorno sono stati presentati dalla Lega in diversi comuni italiani.

 

Cari amici,

vista la grave situazione in termini di nascite nella quale si trova la città di Bergamo, a dicembre scorso il nostro gruppo consiliare ha presentato un ordine del giorno che sarà discusso prossimamente in Consiglio comunale per impegnare, concretamente e costantemente, l’Amministrazione comunale a stanziare delle risorse (1 milione di euro all’anno) in favore delle giovani coppie per la prima casa e per incentivare nuove nascite; di seguito copia del testo.

ORDINE DEL GIORNO COLLEGATO AL BILANCIO DI PREVISIONE 2020-2022

I sottoscritti Consiglieri comunali,

PREMESSO CHE:

• nel quinquennio 2014-2018 nel Comune di Bergamo la popolazione residente ha procreato mediamente solo circa 885 figli all’anno a fronte di una media di decessi annui della popolazione residente, nello stesso periodo, di addirittura circa 1.385 persone;

CONSIDERATO CHE:

• conseguentemente il saldo tra il numero di persone nate ed il numero di persone morte nel Comune di Bergamo è negativo in media di circa 500 persone all’anno, sulla base dei dati del quinquennio 2014-2018
disponibili;
• al 31 dicembre 2018 nel Comune di Bergamo la popolazione residente in età scolare e prescolare era costituita da sole 15.123 persone sul totale della popolazione residente di 121.663 persone;
• la conseguenza di tale andamento contribuisce al lento ma progressivo e continuo aumento dell’invecchiamento della Società;
• lo stadio successivo alla vecchiaia di una società, come di un qualsiasi organismo vivente, è quello della morte;
• per invertire tale tendenza negativa è necessario attuare politiche forti, anche a livello locale, che favoriscano la costituzione di nuove famiglie;
• anche l’attuale Amministrazione comunale si è detta favorevole ad attuare misure a supporto della famiglia e della natalità;
• nella Parte I “Diritti e doveri dei cittadini” Titolo II “Rapporti etico-sociali” all’art. 29, la Costituzione italiana recita che “la Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio…”;
• la gran parte delle giovani coppie deve procrastinare la costituzione della famiglia conseguentemente alle difficoltà economiche connesse all’acquisto e/o alla ristrutturazione e/o all’arredamento dell’abitazione principale e/o all’accesso al credito connessi;
• la prima casa rappresenta un importante pilastro che garantisce stabilità alla famiglia e costituisce nella mentalità diffusa il punto di partenza per la costituzione del nucleo familiare;
• delle politiche che agevolino concretamente l’acquisto, la ristrutturazione e l’arredamento della prima casa nel Comune di Bergamo, rivolte alle giovani coppie sposate, agevolerebbero la costituzione di un maggior numero di famiglie, la formazione di un maggior numero di famiglie giovani e conseguentemente anche la nascita di più figli;
• tali misure possono anche scoraggiare l’emigrazione di cittadini dal Comune di Bergamo verso altri territori (nel solo 2018 sono emigrate dal Comune di Bergamo verso altri Comuni italiani o altri Paesi ben
4.148 persone) oltre a favorire anche altri benefici indiretti sul territorio;

INVITANO L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

• a stanziare nel triennio 2020-2022 un milione di euro all’anno sotto forma di incentivi per l’acquisto, la ristrutturazione e l’arredamento di prime case rivolti alle giovani coppie sposate di età media inferiore a 30 anni, costituite da almeno un cittadino italiano e un residente da almeno 5 anni nel Comune di Bergamo in regola con i pagamenti dei tributi locali, da conferire sotto forma di prestiti a tasso zero che diverranno totalmente o parzialmente a fondo perduto in caso di generazione o adozione di figli nei successivi 10 anni: 33,3% a fondo perduto in caso di un figlio, 66,6% a fondo perduto in caso di due figli, 100% a fondo perduto in caso di tre figli.

Di seguito riporto un link dal quale è possibile consultare copia del documento presentato:
https://gallery.mailchimp.com/f1cc645924a5b904901163ed5/files/60698ca0-387c-4deb-8d92-f3aa74ef56f0/ODG_COLL._BILANCIO_FAMIGLIA_CASA_VITA.pdf


Cordialmente,

Filippo Bianchi

 Dott. Filippo Bianchi
Consigliere comunale LEGA

Comune di Bergamo
Piazza Matteotti, 27
24122 Bergamo (BG)  

 

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Lascia un commento:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e nulla di più.

Torna su