DOMANI ALLE 10 A PIAZZA SAN PIETRO CON IL ROSARIO. NO ALLA PROFANAZIONE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 

Riprendiamo dal sito di Marco Tosatti, Stilum Curiae, questo appello:

Cari Stilumcuriali, mi è giunto questo annuncio, di “Complicit clergy”. Mi sembra molto condivisibile. Vi prego di diffonderlo:

<Papa Francesco ha annunciato che gli idoli di Pachamama che erano stati rimossi dalla Chiesa di Santa Maria in Traspontina e gettati nel Tevere all’inizio di questa settimana sono stati recuperati. Ha presentato scuse formali affermando: “Come vescovo di questa diocesi, mi scuso con coloro che sono stati offesi da questo atto”. Ha anche suggerito che gli idoli pagani sarebbero stati presenti alla Messa di chiusura del Sinodo dell’Amazzonia nella Basilica di San Pietro di domenica. Per la prima volta da quando gli idoli sono apparsi alla cerimonia di apertura del Sinodo amazzonico, lo stesso Papa Francesco ha confermato oggi l’identità degli idoli come dea pagana Pachamama.

Chiediamo a tutti i fedeli cattolici nelle vicinanze di Roma di andare alla Basilica di San Pietro questa domenica 27 ottobre. La messa di chiusura dovrebbe iniziare alle 10:00 ora di Roma. Sebbene sia improbabile che alle persone venga concesso l’accesso alla Basilica, vi esortiamo a pregare il rosario fuori dalla Basilica prima e durante la Messa. Chiediamo alla nostra beata madre Maria di intercedere per prevenire questo male che sta permettendo agli idoli pagani di profanare lo stesso posto in cui avrà luogo il Santissimo Sacrificio della Messa>.

 

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Lascia un commento:

4 commenti su “DOMANI ALLE 10 A PIAZZA SAN PIETRO CON IL ROSARIO. NO ALLA PROFANAZIONE”

  1. Carla D'Agostino Ungaretti

    Ma che fa il Papa?! Allora i cristiani che si rifiutarono di bruciare incenso davanti alla statua dell’Imperatore meritavano di essere giustiziati? Che sciocchi sono stati! Potevano continuare ad adorare Cristo nel segreto di casa loro e contemporaneamente adorare gli dei pagani, tanto l’uno e gli altri andavano bene tutti, così avrebbero salvato capra e cavoli …

  2. Gaetano Fratangelo

    Il Papa porge scuse formali per l’offesa ai pagani!
    Dopo un Sinodo surreale anche la oscena visione di cardinali che portano in processione statue pagane. La Messa in Vaticano sarà l’atto finale di blasfemia con una lettura ideologica del Vangelo misto a riti tribali.
    Gesù scacciò con il frustino i profanatori del Tempio.
    A noi mortali ci sembra che la misura sia colma.

  3. Checché ne pensino gli artefici del nuovo, testimoniare non è colonizzare, né prevaricare, né imporre uno stile di vita. Queste sono valutazioni puramente umane. Il Regno di Dio non è di questa Terra come Nostro Signore ha dichiarato a Pilato prima di essere condannato da Innocente. La Chiesa ha dunque il Suo Volto, umano e Divino, universale ed eterno. Tutte le creature attendono l’annuncio della Sua Parola, nessuno dei Suoi figli è tanto lontano da non esserne considerato degno : ” … Anzi questa parola è molto vicina a te, è nella tua bocca e nel tuo cuore, perché tu la metta in pratica” (Deut. 30,14). Dall’inizio della Creazione sino alla fine dei tempi, in attesa del Suo ritorno glorioso, risollevandoci dopo ogni caduta, siamo chiamati alla conversione, confidando nella Sua immensa Misericordia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e nulla di più.

Torna su