Il boicottaggio del film Red Land Rosso Istria. Un appello ai nostri lettori

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Abbiamo ricevuto questo appello, al quale aderiamo pienamente, per un’azione diretta a ottenere la proiezione a Milano del film Red Land Rosso Istria, che narra la terribile vicenda di Norma Cossetto, seviziata e uccisa dai comunisti nel periodo in cui, a partire dal fatale 8 settembre 1943 e fino al sanguinoso e selvaggio dopoguerra, le province orientali italiane furono in balìa della ferocia delle truppe comuniste di Tito che, con la complicità del Partito Comunista italiano, massacrarono e gettarono nelle foibe migliaia di italiani, rei di voler difendere la loro italianità e costrinsero a un doloroso esodo decine di migliaia di famiglie, che persero la loro terra, la casa, i beni, i ricordi di una vita.

Questo periodo di storia, di cui ci parla oggi anche Luciano Garibaldi nell’articolo che leggete cliccando qui, è stato censurato dalla cultura “ufficiale”. Ma la verità storica prima o poi viene alla luce e il film Red Land Rosso Istria è un importante contributo per conoscere queste tragedia italiana, di cui non si parla nei testi scolastici e di cui è vietato parlare dai difensori del Pensiero Unico.

Invitiamo perciò i nostri lettori ad aderire a questo appello: è sufficiente scrivere una mail alla direzione del Cinema Plinius di Milano per sollecitare la programmazione del film.

Grazie a tutti per l’attenzione e per la collaborazione

 .

 Questa è la mail pervenuta dalla Associazione Italiani di Pola e Istria – Libero Comune di Pola in Esilio

.

Carissimi, ho un appello URGENTE dal produttore di Red Land Rosso Istria, il film su Norma Cossetto.

Milano continua testardamente a rifiutare il film, NESSUN cinema, e dico nessuno, accetta di programmarlo. Allora mi chiedono di diffondere capillarmente a tutti i lombardi per chiedere aiuto:

“Per smuovere un po’ le cose con un cinema a Milano, potreste inviare l’indirizzo mail del cinema Plinius a un po’ di persone di Milano interessate alla proiezione, che ne facciano richiesta: alle volte quando arrivano richieste massicce si ottiene! L’unico esercente con cui si riesce a parlare e mi ha sempre dato ascolto è quello del cinema Plinius Multisala, eppure ho inviato una richiesta recentemente per la proiezione del 5 febbraio ma nessuna risposta. Se vuoi questo è l’indirizzo, puoi giralo ai tuoi conoscenti di Milano perché scrivano due righe soltanto e chiedano di poter vedere Red Land! Ecco l’indirizzo email:

servizioclienti@multisalaplinius.com.

Grazie a tutti di cuore”.

Per favore, non ci costa davvero niente… chiedo a tutti di INVIARE AGLI AMICI MILANESI (anche NON istriani!) questo appello ma anche di CONTROLLARE che poi lo facciano davvero. Dobbiamo fare squadra e pretendere che a Milano avvenga finalmente il “miracolo”. L’obiettivo è una grande proiezione per il 5 febbraio, ma questo fate finta di non saperlo, scrivete al Plinius senza parlare di date, ma fatelo subito, è già tardi!    

Grazie a tutti. 

Lucia

 

 

Inviamo quindi, all’indirizzo

servizioclienti@multisalaplinius.com

una e-mail di richiesta visione  del film RED LAND (Rosso Istria) e coinvolgiamo parenti, amici e conoscenti.

 

Bruno Belletti

Area Comunicazione

 

AIPI-LCPE

Associazione Italiani di Pola e Istria –

Libero Comune di Pola in Esilio

Via  MALASPINA, 1  –  34147  TRIESTE (TS)

Cod. Fiscale 900 688 103 25 – Registro Volontariato Regione Autonoma

Friuli Venezia Giulia: N° 230 decreto 4471/2014

Cellulare (+39) 388 858 0593 – redazione.arena@yahoo.it – 

www.arenadipola.it – www.arenadipola.com 

pola1947@pec.it  –  libero.comune.pola.in.esilio@gmail.com   

.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Lascia un commento:

1 commento su “Il boicottaggio del film Red Land Rosso Istria. Un appello ai nostri lettori”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e nulla di più.

Torna su