Recensione di Cosimo Cicalese

Alla fine di giugno 2018 presso il santuario di Pietralba,  in provincia di Bolzano,  retto dai servi di Maria,  don Beppino Co’ tenne una settimana di esercizi spirituali, in cui parlò degli angeli cattivi e don Marcello Stanzione parlò di quelli buoni…. Alla fine del Convegno don Stanzione chiese a don Beppino di poterlo intervistare perché desiderava che la saggezza che egli aveva acquisita in tanti anni di ministero negli esorcismi e nella preghiera di liberazione non andasse perduta.

È nato così il volumetto “Intervista a Don Beppino Cò – contro l’armata di Satana”, edito da Ancilla Editrice.

Don Beppino Cò è un personaggio davvero “carismatico”: nato a Capriano del Colle in provincia di Brescia nel 1946; è ordinato prete nel 1971. Nel 1972 parte come missionario per il Laos, dove lavora per quattro anni, sino all’espulsione di tutti gli stranieri nel 1975 da parte del governo comunista locale. In seguito è missionario nel Senegal per ben ventitré anni. Ha lavorato molto in Africa proprio sull’aspetto dell’evangelizzazione in un ambiente di religione cristiana e musulmana. Nel 1985 fonda in Senegal il gruppo di preghiera “Roveto Ardente” che si ispira al “Rinnovamento Carismatico Cattolico”, nato nel 1967 negli Stati Uniti, per poi diffondersi in tutto il mondo. Dal 2000 al 2012 è stato Parroco nelle Valli di Zeri, nella diocesi di Massa Carrara- Pontremoli; qui ha avviato uno straordinario processo di rievangelizzazione, diffondendo la parola di Dio con tutti i mezzi a disposizione.

E’ un prete dalle mille idee, non ha paura di andare controcorrente portando avanti con un entusiasmo e una grinta davvero invidiabili la sua missione. Tiene a  mettere al centro di tutto l’Eucarestia che è il cuore della Chiesa, curando la parola di Dio, la celebrazione e certi segni particolari. Il Signore ha chiamato Don Beppino al ministero della proclamazione della Parola  di Dio, dell’accoglienza di chi soffre e del corretto esercizio dei carismi. C’è chi parla di miracoli durante alcune delle sue celebrazioni carismatiche, ma Don Beppino  afferma con chiarezza: “I miracoli più straordinari sono le conversioni che durano nel tempo”. Don Beppino è anche un autore fecondo: finora ha pubblicato dodici libri. In una sua pubblicazione, “Laos: il calvario di un popolo”, racconta la sua esperienza missionaria, tragica e commovente, nel Laos. Sul suo sito don Beppino scrive così di se: “Qualche volta dicono che sono un prete un po’ strano, però sono un prete come gli altri, ma forse a differenza di altri, mi sono fatto 4 anni di missione al Laos (Indocina), poi espulso. Sono stato Missionario 23 anni in Senegal, lavorando molto a contatto anche con l’Islam. Nel 1985 ho ricevuto l’Effusione dello Spirito Santo in Senegal, proprio io che di Rinnovamento Carismatico Cattolico non volevo assolutamente saperne! L’Effusione ha letteralmente cambiato la mia vita. Ho lavorato un po’ con padre Emiliano Tardif, carissimo amico indimenticabile. Mi piace pregare e far pregare. Forse è anche per questo che sono stato messo a fare il Parroco nelle Valli di Zeri, da 2000 al 2012, a 800 metri di altitudine, (là dove si uniscono Toscana, Liguria ed Emilia Romagna), lontano dai rumori della città e anche lontano da qualcuno a cui potrei dare un po’ fastidio, appunto perché mi piace pregare e far pregare. Strano ma vero! Quando giro per l’Italia, mi dicono che riempio le chiese e non capisco perché. Miracoli non ne ho mai fatti, ma posso testimoniare che ogni volta  che prego, succede sempre qualcosa. Se poi lascio fare un po’ allo Spirito Santo, allora succede qualche cosa di più solido”.

In questo libro-inchiesta sull’esorcismo e le preghiere di liberazione, don Beppino Cò, intervistato da don Marcello Stanzione, ci apre gli occhi sulla realtà  tenebrosa del Maligno, che è ben presente e continuamente all’opera. “Il diavolo è colui che distrugge, rovina e semina confusione”, spiega il carismatico sacerdote, “come leone ruggente va in giro cercando chi divorare”( 1 Pt 5,8), spesso mascherato da “angelo della luce” (2 Cor 11,14), perché conosce i nostri punti deboli e su quelli fa perno per ingannarci. Viviamo un tempo di lotta, ma non dobbiamo scoraggiarci, siamo chiamati ad essere vigilanti  a combattere, perché il  trionfo cristiano è sempre una croce, ma una croce che al tempo stesso è vessillo di vittoria, da portare con una tenerezza combattiva contro gli assalti del male. Le preghiere di liberazione composte da don Beppino Cò, poste in appendice del libro, sono una piccola ma potente arma di difesa nelle nostre mani.

.

3 commenti su ““Intervista a Don Beppino Cò – contro l’armata di Satana” – di Don Marcello Stanzione”

  1. Trovo vergognosa la campagna di Don Beppino contro la medicina omeopatica, che non è il toccasana di ogni male ma non è né esoterica né satanica, come lui afferma. Ci sono omeopati esoteristi, per loro scelta, ma l’omeopatia classica non ha basi esoteriche, a dispetto dello scritto vergognoso e falso del GRIS di Imola.
    Bruno PD

    1. Satanica o non satanica io ho avuto la prova di nr. 2 prodotti omeopatici che assumevo per risolvere la mia malattia intestinale la cui origine è sconosciuta erano di fatto tossici. Quando assunsi questi prodotti iniziai subito ad avere capogiri strani, vertigini e altro. A questo punto sono andato a guardare in internet il principio attivo di quella pianta, di cui assumevo alcune parti. Il sito che consultati era mypersonaltrainer. Beh per farla breve quei prodotti omeopatici non andavano assunti per via orale ma all’esterno per risolvere problemi per esempio legati alla pelle. Invece era scritto chiaramente che internamente assunti erano tossici. Purtroppo è passato diverso tempo e non mi ricordo i tipi di prodotto omeopatici. Ma prima di assumere prodotti omeopatici fate una ricerca per curiosità e possibilnente chiedete a un esperto non omeopata.

    2. L’omeopatia non è scientifica, è stata ammessa alla vendita senza alcuna sperimentazione sulla sicurezza, tanto che ci sono parecchie persone intossicate. È solo il mezzo truffaldino per estorcere del denaro dalle persone psicologicamente labili, quindi ha le basi esclusivamente sataniche – la sete del denaro ad ogni costo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *