ciò che Maria ha detto ai veggenti deve esser stato dimenticato, certo per rendere più facile la riconciliazione con il mondo moderno.

.

Come faccio  da molti anni,  al fine di partecipare alle celebrazioni tradizionali,  passo il fine anno e inizio anno nuovo a Fatima, in Portogallo, dove, come tutti i lettori del Nuovo Arengario sanno, la Vergine Maria è apparsa nel 1917 a tre pastorelli (Lucia, Giacinta e Francesco, questi due ultimi già canonizzati). La ragione di questa scelta anti mondana è semplice: dare un senso alla chiusura di un anno ed all’inizio del successivo, facendo un piccolo sacrifico e pregando. La ragione della scelta di  farlo a Fatima è  invece molteplice e va dai messaggi dati dalla Vergine (riconosciuti dai Pontefici), agli avvenimenti che han scosso e cambiato il mondo intero.

Più Papi, Pio XII, Paolo VI, Giovanni Paolo  II, definirono Fatima il faro che  getta la sua luce per richiamare il mondo disorientato verso l’unico porto di salvezza. Bene, ho l’impressione  che Fatima per molti possa rappresentare una preoccupazione imbarazzante e pertanto il valore soprannaturale dei suoi avvenimenti, dei messaggi dati dalla Vergine, dei miracoli straordinari, possano esser “ignorati”  in questo secolo. Soprattutto per svalutare i famosi segreti e in particolare l’ultimo, così ben custodito nella sua segretezza.

“Esteticamente” negli ultimi tempi Fatima è cambiata non poco, è stato costruito di fronte al Santuario un edificio stile cinema-palestra (tipo S. Giovanni Rotondo), arricchito all’interno da un enorme crocefisso dove il magistrale autore della espressione di Cristo è riuscito a frenare (a me almeno) ogni  emozione e commozione spirituale. In compenso non si trova più il tabernacolo, per non distrarre i partecipanti alle celebrazioni. Nella chiesa sotterranea, detta  del Cristo Morto, il tabernacolo è  invece ben visibile, di fianco all’altare, ma  racchiuso in una piuttosto brutta scatola quadrata dorata (senza alcun  segno sacro), con una apertura dall’alto al basso, tipo contenitore minibar. All’esterno di questo edifico nuovo è stato piantato  un altro altissimo  crocefisso stilizzato, che rappresenta chiodi verticali e orizzontali  posti sulla croce. Non è  stato per me riconoscibile una “arte della fede”, piuttosto solo  tecniche di fusione  e saldatura del metallo. Luogo invece inalterato (per ora) è il cammino dei pastorelli, luogo sacro di apparizioni di Maria e dell’angelo.

Mi son chiesto che potrà succedere al messaggio di Fatima, se le trasformazioni  non si limitassero solo  a fatti estetici o  si estendessero  anche ai contenuti di quanto ci ha detto Maria. Me lo son chiesto perché a volte ho la sensazione che i messaggi più significativi che la Vergine ha dato, grazie ai veggenti, al mondo intero, non siano riconoscibili  in  dichiarazioni che siamo abituati ad ascoltare negli ultimi tempi.

Sintetizzo  quelli che secondo me sono più importanti per il cattolico di oggi. 1 A Fatima Maria, al fine di ottenere la pace, invita a recitare il Rosario tutti i giorni. 2-A Fatima Maria conferma che il Purgatorio c’è. A Lucia infatti, che chiede alla Vergine che succederà ad una amica (Amelia),  Maria risponde che sarà in Purgatorio fino alla fine del mondo. 3 – A Fatima Maria conferma anche che l’inferno c’è, ed è il luogo dove vanno le anime dei peccatori. Anzi lo fa vedere, insieme ai demoni, ai pastorelli. 4- A Fatima Maria esorta alla vera guarigione, quella dal peccato. A Lucia che chiede la guarigione di un malato dice che se si convertirà sarà guarito entro l’anno. 5-Ma a Fatima Maria spiega anche il mistero delle punizioni in questa vita (quando chiede  la consacrazione per la conversione della Russia),  lasciando comprendere che  Dio può punire il mondo  per  suoi crimini  per mezzo della guerra e della fame, persecuzioni verso la chiesa e il papa. 6- Maria spiega alle veggenti che tra le 5 offese contro la Vergine (quelle riparabili con i 5 sabati), ci sono le bestemmie contro il cuore immacolato di Maria, contro l’Immacolata Concezione, contro la verginità di Maria, contro la maternità divina. 7 – infine, a dispetto di chi considera la fede qualcosa che attrae solo i poveri ignoranti, Maria chiede, anzi, pretende, che i veggenti apprendano a leggere (e scrivere). Bene, sarà mia impressione, ma  ciò che Maria ha detto ai veggenti  deve esser  stato dimenticato, certo per rendere più facile la riconciliazione con il mondo moderno. Mai sentito, negli ultimi tempi, esortare alla recita del Rosario per avere la pace, che invece, ci vien detto, si ottiene con ripartizione della ricchezza e lottando contro l’origine dei mali che è l’inequita. Il purgatorio, ma soprattutto l’inferno e i diavoli, sono scomparsi. Perbacco,  non si può certo  terrorizzare i fedeli con minacce eterne  perché si comportino bene… La conversione poi, non solo può rappresentare violenza culturale, ma quale presupposto persino delle guarigioni fisiche, è antiscientifico, perciò va ignorata. Parlare di punizioni del cielo per i peccati porterebbe poi a far  chiamare una autoambulanza per immediato ricovero in clinica psichiatrica. Sulle 3 maggiori offese a Maria, ho impressione che sia “suggerito” persino di non parlarne più,  tanto che un famoso ex esaltatore dei meriti soprannaturali di Maria ha dovuto subire  recentemente una riconversione, arrivando  ad ammettere, durante gli esercizi spirituali in  curia  vaticana, che  in passato  si è persino  esagerato nella devozione a Maria…

Ciò detto,  ho scoperto che oltre ai “cristiani anonimi” di Karl Rahner ci sono gli “eretici anonimi”, e questa scoperta mi ha  stimolato non poco a cercare di  impegnarmi a scoprirli  qui da noi, nel nostro paese, per  riportarli alla retta vita. Ma, poiché ho  grandi dubbi sulle mie capacità di riuscire a farlo e poiché Maria ha detto ai pastorelli che il Portogallo conserverà sempre il dogma della fede, sto pensando invece di trasferirmi appunto in Portogallo. Così, in più, non sarò costretto a veder nascere il partito della Cei …

2 commenti su “Nel  XXI secolo si negheranno anche i messaggi di Fatima?”

  1. Bellissimo questo articolo dell’illustre Gotti Tedeschi! In giro si respira un’aria sempre più mefitica, non solo non parlando più dei Novissimi, quasi che siano scomparsi o che disturbino le delicate.orecchie dell’uomo moderno, ma soprattutto cercando di sminuire l’altissimo e incommensurabile valore della Vergine Immacolata e l’urgenza dei messaggi da Lei affidati ai veggenti per la salvezza dell’umanità. Sulla “riconversione dell’ex esaltatore dei meriti soprannaturali di Maria” non ci sono parole, ma non mi meraviglio più di tanto
    poiché più di una volta in tempi recenti ho avuto personalmente dei contatti ravvicinati con preti fuori di senno che sostenevano la stessa cosa.
    Che Maria Santissima, pur così tanto offesa, ci aiuti ad uscire da questo incubo.

  2. Paolo Vi, quello che ha cambiato i connotati a suor Lucia, ne ha cioè creata una copia più o meno somigliante per il comodo suo…Giovanni Paolo II, quello che si è creduto, poveretto, il papa bianco sparato in piazza s. Pietro…questi i papi che definirono Fatima il faro che illumina il mondo??? O quelli che che si son fatti beffe di Fatima, stravolgendola? ( e anche Pio XII – non certo della razza truffa di questi due – perché, se vedeva Fatima come questa luce, non ha obbedito al comando che da Fatima veniva, quello della consacrazione, nei termini voluti dalla Madonna, del mondo al di Lei Cuore Immacolato?

    – Quanto poi alle negazioni, che meraviglia è, hanno ormai negato tutto…ma il Sole ancora risplende, e non saranno loro con le loro negazioni, a spegnerlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *