Oltraggio alla Vergine. Non è solo idiozia, c’è ben di più e di peggio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 

Leggiamo sul Giornale.it di ieri (vedi su http://www.ilgiornale.it/news/cronache/festa-blasfema-sulla-madonna-organizzarla-i-fan-delle-1795308.html ) la notizia della festicciola, programmata e poi per fortuna annullata, che si sarebbe dovuta svolgere nei locali dell’Università di Bologna. A organizzare la faccenda erano le solite associazioni, tra cui ovviamente non può mancare mai un’associazione di froci & froce, nel caso specifico la “Uni LGBTQ”, con l’appoggio via “social” delle nuove marionette del Potere, le cosiddette “sardine”.

Ebbene, non si trattava del solito raduno per scambiarsi un po’ di droga e di Aids, nonché un po’ di slogan triti e ritriti. No, c’era un di più, significativo e rivoltante: l’oltraggio più volgare alla Beata Vergine. Non voglio riportare le frasi specifiche, chi vuole può leggere l’articolo di cui sopra è riportato il link.

La schifezza non si è tenuta, Deo gratias. Ci sono state numerose proteste, sia da parte di studenti, sia da parte di politici (della Lega e di FdI, ovviamente. La Sinistra ha l’indignazione selettiva…) e l’Università ha ritirato il permesso.

Ma anche se la festicciola non c’è stata, mi sembra che sia il caso di riflettere su questo ennesimo attacco alla Religione (non specifico “cattolica”, perché le altre non sono religioni). A parte la solita solfa dei presepi da non fare, dei canti di Natale che non devono parlare di Gesù, eccetera eccetera, qui c’era qualcosa in più. C’era un carico di volgarità greve e rabbiosa, il gusto di insultare nientemeno che la Madre di Gesù, quella Maria Vergine che sappiamo che schiaccerà la testa del serpente. E anche se non si è svolta la festicciola, l’oltraggio rimane, perché diffuso sui “social”, a mo’ di invito.

Il serpente, ossia il diavolo, sa che finirà sconfitto. Sa che sarà proprio il Cuore Immacolato di Maria a trionfare. E il diavolo reagisce rabbiosamente e cerca, intanto, di portare con sé, nella dannazione, il maggior numero possibile di anime.

L’oltraggio alla Vergine fatto dai gruppettari bolognesi non è semplice idiozia, non è semplicemente goliardia che ha superato i limiti del buon gusto. È un attacco così volgare e malvagio che mi pare più che lecito ipotizzare che sia una vera e propria ispirazione diabolica. Del resto, c’è purtroppo una gioventù malata, senza maestri che la guidino, che sempre più si tuffa a capofitto in tutto ciò che sa di degradazione e di morte. Basta vedere cos’è una discoteca, basta vedere le adesioni acritiche ma rabbiose a crimini come aborto ed eutanasia, spacciati per diritti, basta vedere la diffusione frenetica dell’omosessualismo. E l’uso di alcol e droghe. Tutto puzza di morte. Tutto è un trionfo del demonio.

E ora, ecco l’attacco rabbioso alla Vergine, temutissima dal demonio, a opera di poveri giovani ormai del tutto accecati.

 

 

Questo pomeriggio a Milano ci si è trovati, alle 16.30, in piazza Duomo a recitare il Rosario (foto sopra). L’iniziativa proseguirà ogni primo sabato del mese, non solo a Milano, ma in tutte le altre città in cui ci sarà qualche persona, sacerdote o laico, di buona volontà, che si farà promotore. Molte altre iniziative di recita pubblica del Rosario già ci sono e altre ci saranno. Cercheremo di darne le più ampie notizie.

Questa è la strada da seguire. Pregare e in particolare recitare il Santo Rosario, con tenacia. Il diavolo lavora freneticamente, perché sa che sarà sconfitto. Ha la frenesia rabbiosa del drago morente, che agita la coda per portare ancora molti con sé nell’abisso. Quanto più sapremo frenare la sua frenesia e affrettare il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria, tante più anime si potranno salvare. Compresa la nostra…

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Lascia un commento:

2 commenti su “Oltraggio alla Vergine. Non è solo idiozia, c’è ben di più e di peggio”

  1. “…Religione (non specifico “cattolica”, perché le altre non sono religioni)…”
    Ottimo questo rilievo, caro Paolo Deotto!!
    E ottimo anche tutto l’articolo!!
    E’ anche vero che il demonio sta lavorando freneticamente perché sa che sarà sconfitto.
    E io ritengo che sarà sconfitto entro breve tempo, perché dopo gli oltraggi spaventosi come questo fatto alla VERGINE MARIA IMMACOLATA, non credo che GESU’ potrà permettere che questi oltraggi possano ripetersi e quindi che questo abominio continui!
    SPERIAMO IN TE CARISSIMO GESU’, CERTI DEL
    TUO INTERVENTO!!!!

  2. Gaetano Fratangelo

    L’oltraggio alla Madonna viene “assecondato” dal Vescovo di Bologna, per il quale non c’è offesa, blasfemia o sacrilegio alcuno, ma solo provocazione! Segue il silenzio assordante di questo Papa che trova le parole (di scusa) solo per le statuette pagane gettate nel Tevere. In sintonia con le associazioni sinistroidi e la Chiesa, vi è la Magistratura che, in un caso simile, non ha applicato il Codice Penale, in quanto la Madonna è solo un’entità, un valore astratto. Quindi, gli atti sacrileghi verso la sua statua non possono ritenersi vilipendio della religione ed offesa alla fede!
    Nel 2007 ci fu una processione riparatrice ma vi erano un altro Vescovo ed un altro Papa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e nulla di più.

Torna su