Per Roberto Formigoni: una pagina Facebook e una raccolta di firme per chiedere la grazia al Presidente della Repubblica

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 

Pur consci del dolore che daremo ai duri e puri che hanno decretato che Roberto Formigoni deve morire in carcere (magari non si sono preoccupati di capire se Formigoni è stato condannato in base a prove concrete, ma i duri e puri sono superiori a queste bazzecole), abbiamo il piacere di comunicare agli amici che ci seguono che è stata aperta, su iniziativa di un imprenditore emiliano, Angelo Cenicola, la pagina Facebook dal titolo “Roberto Formigoni libero”, https://www.facebook.com/Roberto-Formigoni-Libero-376342089759730/ . Riprendiamo la notizia da Il Giornale (http://www.ilgiornale.it/news/politica/formigoni-va-liberato-3mila-firme-grazia-1684798.html )

Dalla stessa pagina Facebook è stata lanciata una raccolta di firme su Change.org per chiedere la grazia al Presidente della Repubblica. Questo sarebbe effettivamente l’unico modo per uscire dal vicolo cieco di una sentenza ormai definitiva, con poche probabilità di una revisione del processo, perché l’atteggiamento della magistratura è stato fin troppo chiaro, fin dall’inizio dell’inchiesta nel 2012.

Mentre scriviamo queste note, sul sito di Change.org figurano raccolte, in pochi giorni, 3.618 firme. L’obiettivo, arrivare a 5.000, non appare così lontano.

E poiché siamo sempre convinti che repetita iuvant, ripetiamo: qui non si tratta di essere amici o non amici di Formigoni, né si tratta di essere ciellini o non esserlo. Molto semplicemente, Roberto Formigoni è stato condannato per corruzione, salvo il fatto che questa corruzione non è mai stata provata.

Se la grazia sarà concessa, sarà cancellata una vergogna che pesa non solo su Formigoni, ma sull’immagine stessa dell’Italia come paese civile. Il Presidente della Repubblica ha la possibilità di cancellare questa vergogna.

Quando passerà il livore delle tricoteuses e dei duri e puri, lo squallido compiacimento dei frustrati, la detenzione di Roberto Formigoni resterà come atto di accusa a un ex-grande Paese che amministra una giustizia ingiusta.

Ho firmato la petizione e invito gli amici lettori che ci seguono a firmarla: non solo per Formigoni, ma anche per noi stessi, per la nostra dignità e per la dignità della nostra Italia.

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Lascia un commento:

7 commenti su “Per Roberto Formigoni: una pagina Facebook e una raccolta di firme per chiedere la grazia al Presidente della Repubblica”

  1. “Se la grazia sarà concessa, sarà cancellata una vergogna..”
    Cioè l’ennesima vergogna della magistratura italiana.

    1. Caro Senior 58, sulla pagina Facebook trova il post del 26 aprile, ore 14.03, con la scritta “Firma la petizione – GraziaXFormigoni”. Cliccando su questa scritta verrà indirizzato alla pagina della petizione.
      Cordiali saluti
      Paolo Deotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e nulla di più.

Torna su