Stupidario fotografico

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Un’istruttiva galleria di immagini per capire il livello intellettuale dei “lottatori” per il “diritto di aborto”. Dal puro sprezzo del ridicolo, alle immagini oscene, all’incitamento alla violenza.

 

 

A volte poche immagini valgono più di mille parole per capire lo spessore intellettuale e morale delle persone. È il caso dei lottatori full-time, dei paladini sinistrati dei “diritti”… ovviamente dei diritti da loro stessi definiti come tali: diritto all’aborto, alla “autogestione” del corpo, alle mille fesserie che, con monotonia, vengono ripetute da cinquant’anni, da quel sessantotto che sembra non finire mai.

Vi proponiamo una prima serie di fotografie, scattate in occasione di manifestazioni di quei sinistrati che si direbbe che soffrano anzitutto di una maniacalità sessuale inguaribile: il diritto alla vita del nascituro non esiste, però esiste un ossessivo “diritto” alla sessualità fai-da-te-come-e-quando-vuoi, esiste un diritto alla distruzione dell’avversario (altro retaggio sessantottino), esiste in definitiva un diritto a essere stupidi.

Una galleria di immagini istruttiva, per capire con chi abbiamo a che fare…

 

Ecco dei sostenitori del “diritto” di aborto. Travestiti da preservativi. Lasciamo perdere le facili battute che si potrebbero fare …

Ma le lottatrici non sono da meno dei lottatori. Loro si sono travestite da vagine. E’ interessante notare che queste immagini sono state riprese in una manifestazione per la “dignità della donna”… un’idea di dignità molto particolare (e circoscritta)

E fin qui saremmo solo nel folclore, in una simil-goliardia tanto stupida quanto volgare. Ma passiamo agli aperti incitamenti alla violenza:

Le frasi in rima, facili da ripetere, l’incitamento alla violenza… il sessantotto è una malattia inguaribile?

I medici obiettori sono tanti? Semplice, basta buttarli fuori dagli ospedali. Luminoso esempio di democrazia…

“Giù le mani dal nostro utero!”. Sublime livello intellettuale (e profonda ignoranza storica). Pregare diventa una “mancanza di rispetto”…

 

E poi questa gente pretende di essere presa sul serio? Come avrebbe detto il grande Totò: “Ma mi faccia il piacere!”

 

Arrivederci alla prossima galleria di immagini

PS: abbiamo tralasciato le immagini blasfeme e quelle più oscene. A tutto deve esserci un limite, anche alla dirompente forza della stupidità.

 

 

Condividi questo articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Lascia un commento:

1 commento su “Stupidario fotografico”

  1. Povero mondo! E soprattutto povera donna, decaduta dal suo nobile ruolo di cooperatrice della Creazione a schiava del maligno. “Sesso debole” si diceva una volta, ma lo si diceva per indicare la delicatezza della donna a cui si rivolgevano le premurose attenzioni dell’uomo. L’hanno presa male le femministe impregnate di ideologia sessantottina e di spirito di ribellione contro l’ordine naturale delle cose, e automaticamente si sono votate all’autoannientamento. Vittoria (temporanea) di colui che sa che proprio da una Donna verrà la sua rovina. A Questa Donna Immacolata rivolgiamoci perché ci salvi tutti dallo sfacelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ogni settimana riceverai i nostri aggiornamenti e nulla di più.

Torna su